Come fotografare : un animale domestico?

Ogni artista, nel nostro caso “il fotografo”, esprime, attraverso le sue opere, la percezione del mondo che lo circonda, all’interno del proprio genere fotografico.

Per esempio, un buon paesaggista, riuscirà a raccontare in maniera speciale tutte le emozioni che si provano durante un tramonto.Viceversa, un ritrattista passerà delle ore a studiare i riflessi di luce degli occhi del suo modello, tutto nel tentativo di riprodurre nella sua immagine l’essenza del soggetto. Ecco perché la grande soggettività del “mondo per fotografare un animale domestico ”

Questa nuova tipologia fotografica tende a staccarsene quasi di netto, abbracciando un nuovo paradigma incentrato non più sulla mera ritrattistica uomo-cane ma espressamente sull’attività di quest’ultimo e del rapporto con il suo padrone .

In poche parole è una fotografia d’azione, sportiva, sempre al fianco del cane /gatto o qualsiasi altro animale e del suo padrone nel pieno dell’attività, sia quest’ultima una prova e una riserva di caccia o il quotidiano gioco nel giardino di casa.

L’importanza sta nel fatto di essere testimone del profondo e meraviglioso rapporto che lega i nostri cani o altri nostri animali ogni giorno di più a noi uomini, cercando poi di raccontarlo con le immagini. Quindi, niente più studi fotografici, niente più sfondi artificiali, flash da studio e softbox, ma l’unica location ammessa sarà l’ambiente del animale in quanto solo qui potrà esprimere al massimo tutto il suo potenziale fotografico.

Per capire il senso di tutto ciò ti basterebbe partecipare almeno una volta ad una semplice prova di “riporto”, “ferma”, “Agility” ecc… Allora avresti modo di osservare lo sguardo, la profonda intesa fra l’animale e il suo padrone , testimoniare il profondo rapporto e della sinergia fra le due specie per rendersi definitivamente conto del perché vale la pena immortalarle con una buona fotografia.

Purtroppo, questo è tutt’altro che facile, dovrai combattere quotidianamente con le difficoltà date dalla luce naturale, non ci sarà tempo o modo di montare un set , ma dovrai sfruttare a tuo vantaggio ogni singolo momento di luce “buona “ durante la giornata, anche se questo vuol dire lavorare tutto il giorno sotto la pioggia oppure in una giornata uggiosa .

Poi ci sono gli animali domestici . Soggetti di un’espressività sconvolgente, con un potenziale fotografico incredibile ma con due difetti (puramente fotografici) di non facile gestione. Sono veloci e imprevedibili.  Cocktail esplosivo che farebbe “impazzire“ più di un fotografo.

Tutto questo non deve scoraggiare anzi deve essere visto come una sfida. Poche sono le cose che “stimolano” di più nel riuscire a settare la reflex in maniera corretta per quel singolo momento studiato e preparato con cura, ed infine riuscire a prendere un’immagine spettacolare da far rivedere al proprietario di un cane gatto ecc . Perché l’espressione di quando osserva il suo animale in una tua immagine durante un salto spettacolare o un ritratto carico di emozione, ripaga con gli interessi tutti i tuoi sforzi.

Con questo breve articolo ho voluto soltanto dare una visione d’insieme di questa nuova tipologia fotografica, nella speranza di incuriosirti e magari invogliarti a fotografare il tuo animale domestico , in una maniera diversa, finalmente valorizzando le sue incredibili qualità, ritraendolo per quello che è veramente, “Il nostro più fedele compagno di vita”.

Buona luce a tutti da macchinefotograficheonline.com