8 MIGLIORI FOTOCAMERE LEICA :QUALE SCEGLIERE

8 MIGLIORI FOTOCAMERE LEICA :QUALE SCEGLIERE
5 (100%) 7 votes
  • LEICA FOTOCAMERA QUALE SCEGLIERE?

Leica ha sede in Germania a Wetzlar ed è un marchio che riunisce tre diverse aziende europee svizzere e tedesche. Quello che rende unico questo brand è l’attenzione quasi maniacale che riguarda tutto il processo produttivo di una fotocamera fino ad arrivare alla commercializzazione. Le fotocamere infatti vengono assemblate artigianalmente e testate una ad una per garantire un’efficienza fuori dal comune. Anche i materiali che vengono utilizzati sono qualitativamente superiori alla maggior parte delle fotocamere degli altri brand: le fotocamere Leica sono per lo più costruite in metallo mentre gli latri brand prediligono l’utilizzo di materiali plastici. Tutto questo porta ad una “personalità” degli scatti unica che solo questo brand riesce a fornire. Inoltre bisogna considerare che una fotocamera Leica si svaluta molto più lentamente rispetto ad altre fotocamere, motivo principale per cui il loro valore è più alto della media. Dopo aver capito il motivo per cui questo brand costa così tanto, concentriamoci sulle fotocamere compatte Leica e cerchiamo di capire le loro caratteristiche principali.

LEGGI L’ARTICOLO >] COMPLETO PER SAPERE DETTAGLIATAMENTE COME FUNZIONA E COME FARE PER VENDERE O COMPRARE ALL’ASTA

Quali sono le migliori fotocamere digitali Leica ?

Fotocamera digitale Leica T (Typ 701) controlla il prezzo >>

Una camera da presa della linea Leica, la fotocamera digitale Leica T (Typ 701) dotata di un ampio sensore APS-C da 16,5 MP che produce immagini con dettagli e chiarezza eccellenti, anche quando si scatta in condizioni di scarsa illuminazione. La sua messa a fuoco automatica ottimizzata consente di mettere a fuoco senza modificare manualmente le impostazioni della fotocamera, il che lo rende perfetto per i principianti.

La Leica T ha un’opzione MyCamera che consente di programmare le impostazioni preferite in modo da poter accedere a ciascuna impostazione con la semplice pressione di un pulsante. Ha anche controlli user-friendly che ti permettono di comporre e controllare facilmente i tuoi scatti.

Infine, ha una memoria incorporata da 16 GB, quindi puoi scattare più foto possibili e avere un sacco di scatti tra cui scegliere.

Caratteristiche principali della Leica T:

  • Obiettivo Leica di gran pregio perfetto per ottenere il bokeh del marchio
  • WiFi integrato per caricare e condividere facilmente le foto; opzione per configurare il tuo hotspot
  • Adattatore M T (accessorio opzionale) che consente di utilizzare più di 20 obiettivi compatibili con il Leica-T
  • Mirino Visoflex (accessorio opzionale) per riprese da un’ampia varietà di prospettive
Leica SL (Typ 601) Fotocamera digitale mirrorless full frame>> 

Anche se è conosciuta come una fotocamera professionale, qualsiasi appassionato di fotografia troverà Leica SL facile e divertente da usare. Ha un mirino elettronico da 4,4 MP EyeRes con ingrandimento 0.8 che rende facile vedere tutti gli elementi del tuo telaio.

La Leica SL è dotata di controlli intuitivi per un funzionamento semplice della fotocamera, nonché di un autofocus estremamente veloce e una velocità di burst elevata ad alta velocità per catturare quei momenti fugaci. Come gli altri modelli Leica di questo elenco, SL può essere utilizzato con molti obiettivi Cine, purché si ottenga l’adattatore giusto per ciascun obiettivo.

Caratteristiche principali di Leica SL:

  • Realizzato in resistente materiale di alluminio
  • Impermeabile e antipolvere
  • Video Full HD 4K
  • Wi-Fi incorporato
  • Opzione per controllare a distanza la telecamera da diverse angolazioni tramite la sua app Leica SL scaricabile
  • Sensore CMOS a pieno formato da 24 megapixel per l’elaborazione di immagini a 11 fps relativamente più veloci

L’eleganza discreta è ciò che otterrai dalla Leica MP, con la scritta Leica incisa sulla piastra superiore (anziché il tipico logo con logo Leica frontale). Ha un sensore CMOS MAX da 24 MP e un processore d’immagine Maestro per la riduzione del rumore dell’immagine, ottenendo immagini di qualità eccellente e gradazioni cromatiche e tonali accurate.

La gestione di questa fotocamera è semplicissima grazie al suo corpo ergonomico che consente una buona presa e una facile accessibilità dei comandi. Ha anche uno zoom 10x live view, che ti consente di mettere a fuoco con precisione.

Caratteristiche principali del Leica MP:

  • Incorpora un telemetro ottico da 0,68x con focalizzazione manuale parallela suddivisa e sovrapposta e selezione manuale del campo immagine
  • Dispone di un LCD da 3,0 “da 920 k punti con rivestimento in vetro zaffiro per mantenere la durata complessiva della lega di magnesio e del corpo in ottone
  • Sensibilità massima di ISO 6400
  • Registrazione video Full HD 1080p
  • Riprese a 3 fps per un massimo di 24 fotogrammi consecutivi

Leica D-LUX

Fotocamere compatte Leica

Leica(TYP 109)fa parte della tipologia di fotocamere compatte Leica dedicata all’Explorer kit, pensata quindi per chi viaggia e ha bisogno di un corpo estremamente compatto che permetta comunque di ottenere bellissimi scatti. Quello che rende questo modello molto interessante è il tappo che ricopre l’obiettivo che sfrutta un sistema innovativo di apertura rapido. Questa scelta permette di non perdere nemmeno un attimo e riuscire in questo modo a trovarsi sempre pronti ad ogni evenienza.

Leica D-Lux (Typ 109) può contare su un sensore MOS ad alta sensibilità da 4/3 con 12.8 megapixel, bisogna notare che un sensore di queste dimensioni si trova difficilmente su una fotocamera compatta e rende questo modello ulteriormente interessante per chi sta cercando la migliore fotocamera compatta Leica. L’obiettivo utilizzato è uno zoom versatile Leica DC Vario-Summilux che ricopre una distanza focale equivalente pari a 24-75 mm con un’apertura massima variabile da f1.7 a 2.8. Oltre a questo troviamo un monitor LCD ad alta risoluzione da 3″ e un mirino elettronico integrato da 2,8 megapixel. Come tutte le ultime fotocamere compatte Leica troviamo anche qui un’ottima connessione grazie al modulo WiFi e NFC sfruttabili anche tramite l’app Leica Image Shuttle C gratuita sui dispositivi iOS e Android. Leica D-Lux registra anche filmati in risoluzione 4K, un fattore molto interessante per la tipologia di fotocamere compatte.

Leica D-LUX è tra le fotocamere compatte Leica la più facile da trasportare e meno ingombrante, che unisce in una compattezza unica ottime prestazioni. Il modello è disponibile su Amazon nella versione nera.

Leica V-LUX》

Fotocamere compatte LeicaSe siete più interessati alle prestazioni e ad una vasta copertura della distanza focale rispetto ad una compattezza maggiore, allora Leica V-LUX (TYP 114) è la fotocamera che state cercando. Questo prodotto ha un design che ricorda quello di una fotocamera reflex, tuttavia integra al suo interno le caratteristiche di una fotocamera compatta. Anche qui ci troviamo di fronte alla gamma Explorer kit, pensata quindi principalmente per chi viaggia e non vuole avere un peso e un ingombro eccessivo da portare dietro.

Leica V-LUX integra un sensore da 1 pollice da 20.1 megapixel sfruttando un obiettivo super zoom Leica DC Vario-Elmarit da 16x che copre una distanza focale pari a 25-400 mm equivalenti con apertura f 2.8-4. Al suo interno troviamo anche uno stabilizzatore ottico per sfruttare meglio le riprese a mano libera, Leica V-LUX è in grado di registrare video in 4K a 30p o in Full HD a 60p. Inoltre troviamo un sistema AF con 49 punti in grado di mettere a fuoco in soli 0,2 secondi se si utilizza la distanza focale più elevata e in 0,11 come grandangolare. Leica V-LUX è in grado anche di scattare a raffiche di 12 fps alla massima risoluzione, ideale quindi per tutti gli appassionati di fotografia naturalistica e sportiva. Sopratutto gli appassionati di selfie e video apprezzeranno il display da 3 pollici orientabile contando anche sulla connessione WiFi per controllare la fotocamera da remoto. Infine troviamo un bellissimo mirino integrato da 2,4 megapixel OLED (per maggiori dettagli sul mirino EVF abbiamo creato una guida apposita sul mirino macchina fotografiche

Leica V-Lux è tra le fotocamere compatte Leica la più performante, a discapito di un peso e un ingombro maggiore rispetto agli altri modelli.

Leica Q

Fotocamere compatte LeicaLeica Q (TYP 116) è una fotocamera pensata per i fotografi più esigenti che integra una scheda tecnica di altissimo livello, in grado di suscitare un desiderio davvero forte. Grazie all’obiettivo davvero luminoso con lenti asferiche e il sensore full frame, Leica Q è in grado di produrre scatti professionali di altissima qualità. Il design compatto e il sensore Full Frame, la qualità dei materiali e la garanzia offerta dal brand rendono questa fotocamera un vero e proprio gioiello tecnologico. L’unica pecca? L’autofocus che non è assolutamente all’altezza di questa fotocamera visto anche il prezzo a cui viene venduta.

LEICA Q (TYP 116) integra un sensore full frame da 24 megapixel unito ad un’obiettivo Leica Summilux 28mm f/1.7 ASPH. Si tratta di un sistema composta da 11 elementi con ben 3 lenti asferiche per ridurre la distorsione ai mini termini, rendendo quest’obiettivo eccellente, con un’apertura massima del diaframma davvero notevole. Questa lente permette di effettuare uno zoom digitale a 35mm e 50mm ovviamente con una risoluzione più bassa. Leica Q (TYP 116) integra anche un display touch da 3 pollici, ed un mirino elettronico integrato ad alta definizione da 3,68 megapixel. Il sistema di autofocus come abbiamo visto non è proprio da serie A, si tratta di un sistema a rilevamento di contrasto che può contare su 49 aree, in compenso è possibile scegliere il punto direttamente dal display touch toccando l’aera desiderata. La gamma ISO va da 100 a 50000, un fattore che unito al sensore molto grande e l’obiettivo estremamente luminoso rendono LEICA Q la migliore tra le fotocamere compatte Leica per luminosità. Passando alla parte video la fotocamera è in grado di effettuare riprese in Full HD a 60p, per filmati dalla qualità eccellente. Il peso non è proprio da compatta dal momento che questa fotocamera arriva a pesare ben 640g con la batteria inclusa. Non manca infine la tecnologia NFC e il chip WiFi per sfruttare l’app gratuita per iOS e Android Leica App.

Leica Q (Typ 116) – digital cameras (Auto, Cloudy, Daylight, Halogen, Manual, Shade, Beach, Candlelight, Landscape, Night…

Prezzo consigliato: EUR 4.100,00

Prezzo: EUR 2.908,74

Clicca qui  su Amazon》

CONFRONTARE I PREZZI FOTOCAMERE

Leica Q  è tra le fotocamere compatte Leica quella migliore in assoluto, ideale per chi  cerca di creare fotografie con quell’aura “magica” che solo Leica riesce a fornire. Il prodotto è disponibile su Amazon nella versione nera.》

Quali sono le migliori fotocamere a pellicola Leica?

Moderna e di classe, la Leica M2 è considerata una delle fotocamere a pellicola Leica più ben progettate. A parte la sua estetica, ciò che lo rende popolare tra gli appassionati di fotografia è la sua linea di riferimento per obiettivi da 35 mm (per non parlare del prezzo relativamente conveniente).

Con M2, imparerai come misurare la luce manualmente e decidi quale sia l’esposizione migliore per lo scatto che desideri ottenere. La tua creatività sarà sicuramente portata al limite.

Caratteristiche principali della Leica M2:

  • La prima fotocamera ad offrire un mirino con un rapporto di ingrandimento 0,72x e una linea di riferimento 35-50-90mm
  • Il tradizionale avanzamento del film interamente in metallo di Bears e il pomello del rewind zigrinato
  • Ha un contatore di colpi esterno che può essere impostato manualmente
  • Leica CL

    miglior fotocamera Leica Leica CL
    Foto di Holley e Chris Melton / CC BY 2.0

    Ciò che rende questa fotocamera speciale è l’obiettivo pancake 40 mm f2 che originariamente era in dotazione con il retro quando fu lanciato nel 1973. Quell’obiettivo era il modello più nitido e ben progettato che Leica avesse mai realizzato.

    Il marchio giapponese Minolta ha collaborato con Leica per creare il CL, che è molto più compatto di tutte le altre fotocamere Leica. Era anche molto più economico. Veloce da oggi, la stessa fotocamera rimane tra le fotocamere a pellicola Leica più economiche disponibili sul mercato.

    Caratteristiche principali di Leica CL:

    • Il telemetro M mount intercambiabile più piccolo e leggero
    • Schienale staccabile per un caricamento regolare del film
    • Cella CDS rotonda da 7,5 mm che consente la misurazione spot reale (7% dell’area del film)
    • Velocità dell’otturatore e ago del misuratore di facile visualizzazione
    • Vertical shutter moving mount

    Sia che tu sia il primo utente di una fotocamera digitale o un principiante nell’usare una fotocamera Leica, le telecamere di questo elenco ti aiuteranno a sfruttare appieno la tecnologia Leica. Non è così intimidatorio come sembra.

LA STORIA DALLA PRIMA LEICA PRODOTTA

LEICA : la prima

Oskar Barnack inventa la Ur-Leica

Il primissimo prototipo funzionante delle fotocamere per pellicola cinematografica 35mm nel marzo 1914 da Oskar Barnack. Viene ricordata nella storia come Ur-Leica. La fotocamera impiega un corpo completamente metallico, un obiettivo rientrante e un otturatore basato su tendine che però non si sovrapponevano. Un tappo a vite , che ruotava durante l’avanzamento della pellicola. Per la prima volta, il trasporto della pellicola e la tecnologia dell’otturatore venivano combinate in una fotocamera, eliminando così le doppie esposizioni indesiderate.

1925: UNA SERIE DI GRANDE SUCCESSO

La Leica I viene presentata al pubblico

Col nome Leica (Leitz Camera), la fotocamera, inventata e perfezionata da Oskar Barnack, viene posta in produzione di serie e presentata al pubblico per la prima volta nel marzo 1925 alla Fiera di Primavera di Lipsia. La Leica I è equipaggiata con un obiettivo fisso rientrante, il Leitz Anastigmat 1:3.5/50 mm, sviluppato da Max Berek. Poco dopo, l’obiettivo viene attribuito il nome Elmax (Ernst Leitz, Max Berek).

1932: MISURAZIONE PIÙ ACCURATA

La Leica II con telemetro integrato

Grazie al telemetro integrato, accoppiato agli obiettivi intercambiabili, Oskar Barnack compie un passo decisivo nell’evoluzione della Leica, ora dotata di attacco a vite. Questo sistema – con montatura a vite e telemetro incorporato – resta un componente essenziale di tutte le fotocamere Leica fino al 1957. All’epoca, il sistema Leica comprende sette obiettivi intercambiabili progettati da Max Berek.

1954: M COME PIETRA MILIARE

La Leica M3 è ancora oggi il simbolo del sistema M

Completamente riprogettata, la M3 è equipaggiata con un mirino/telemetro a cornice luminosa dotato di compensazione automatica della parallasse e di limitatori del campo di visione con impostazioni automatiche per le focali 50, 90 e 135mm. In più, dispone di innesto a baionetta per gli obiettivi intercambiabili e di ghiera dei tempi che dispone di blocco e non ruota. Un accessorio fornito include una ghiera dei tempi accoppiata all’esposimetro. Una ghiera di avanzamento rapido rende molto più agevole il trasporto della pellicola.

1968: LA RIVOLUZIONE DEL ’68

La Leicaflex SL fa sensazione in tutto il mondo

La Leicaflex SL è la prima fotocamera reflex al mondo dotata di misurazione selettiva, che può essere limitata con precisione e visualizzata nel mirino, per misurare l’esposizione attraverso il mirino – nei campi micro, macro o normale, oltre che alle grandi distanze.

1984: IL RITORNO DELL’ANNO

La Leica M6 riporta in vita il sistema a telemetro

Leica M3 (1954 – 1966)

  • Avanzamento del film a corsa singola o a corsa doppia
  • Ingrandimento RF più grande di qualsiasi fotocamera M – 0,93
  • Le lenti 35mm richiedono attacchi “RF” sugli obiettivi
  • Linee di cornice luminose per 50, 90 e 135 mm

Leica MP (1956 – 1957)

  • Single-Stroke e Double-Stroke
  • Ingranaggi in acciaio anziché in ottone
  • Contatore frame esterno, come M2
  • Nessun autoscatto
  • Circa 500

Leica M2 (1958 – 1967)

  • Nuovo standard di ingrandimento del telemetro – 0,72
  • Alcune fotocamere successive hanno un autoscatto (chiamato “M2-S”)
  • Linee di cornice luminose per 35, 50 e 90 mm
  • Contatore frame esterno, reset manuale

Leica M1 (1959 – 1964)

  • Realizzato principalmente per scopi scientifici
  • Come la M2 sotto ogni punto di vista, ad eccezione della M1 ha un mirino con 35 e 50mm frame-lines e nessun telemetro

Leica MD (1964 – 1966)

  • Realizzato principalmente per scopi scientifici, per sostituire la M1
  • Realizzato senza autoscatto, mirino o telemetro
  • A volte viene fornito con una piastra di base speciale per accettare strisce di indice da 4 mm per la registrazione dei dati sul negativo

Leica MDa (1966 – 1976)

  • Realizzato principalmente per scopi scientifici, per sostituire il MD
  • Realizzato senza autoscatto, mirino o telemetro
  • A volte viene fornito con una piastra di base speciale per accettare strisce di indice da 4 mm per la registrazione dei dati sul negativo

Leica M4 (1967 – 1975)

  • Ingrandimento 0,72 (standard)
  • Linee di cornice luminose per 35, 50, 90 e 135 mm
  • Controtelaio interno e sistema di caricamento rapido ora i nuovi standard
  • La leva di avanzamento del film articolato e la leva di riavvolgimento inclinata rappresentano ora il nuovo standard

Leica M5 (1971 – 1975)

  • La prima fotocamera M con esposimetro “TTL” costruito con dimensioni del corpo e forma diverse
  • I primi modelli hanno due linguette su un lato, in seguito hanno un terzo capocorda aggiuntivo
  • Il braccio del misuratore di esposizione si sposta in posizione una volta montato l’obiettivo; alcuni obiettivi grandangolari e pieghevoli non possono essere utilizzati

Leica CL (1973 – 1976)

  • Molto compatta; 2/3 della Leica M2
  • Progettato da Leica; prodotto da Minolta
  • Linee di cornice luminose per 40 mm, 50 mm e 90 mm
  • Due cinturini su un lato
  • Il braccio del misuratore di esposizione si sposta in posizione una volta montato l’obiettivo; alcuni obiettivi grandangolari e pieghevoli non possono essere utilizzati

Leica MD-2 (1977 – 1987)

  • Identico al MDa, tranne alcuni esempi sono stati fatti per prendere un rapido (o motore) avvolgitore

Leica M4-2 (1978 – 1980)

  • Linee di cornice luminose per 28, 35, 50, 75, 90 e 135 mm. (28/90, 35/135, 50/75 ora il nuovo standard)
  • Principalmente in cromo nero. Prodotto in Canada; pochi in Germania.
  • Nessun autoscatto
  • Fatto per prendere un rapido (o motore) avvolgitore

Leica M4-P (1981 – 1987)

  • Simile all’M4-2, ma con il cercatore .72 (sei mirini con le linee del telaio)

Leica M6 (1984 – 1999)

  • Identico a M4-P – con queste eccezioni:
  • Prima fotocamera Leica M con un misuratore LED incorporato
  • Otturatore completamente meccanico, come con tutti i modelli M precedenti
  • Fotocamere di produzione tardiva offerte con ingrandimento 0,58, 0,72 e 0,85 (non comune)

Leica M6 TTL (1998 – 2002)

  • Identico alla M6 – con solo queste eccezioni:
  • Manopola di scatto più grande, gira di fronte, con posizione “OFF”
  • Prodotto in ingrandimenti 0,58, 0,72 e 0,85; in ottone
  • Capacità di misurazione del flash “Through The Lens”
  • Piastra superiore 2mm

Leica M7 (2002 – Presente)

  • Identico alla M6-TTL – con queste eccezioni:
  • Modalità priorità apertura
  • Otturatore elettronico; solo 1/60 e 1/125 sono meccanici
  • Pulsante di scatto / blocco dell’elettronica sotto il pulsante di scatto
  • Compensazione dell’esposizione manuale
  • DX-code (su film canister) ASA reader (late models infrared)

Leica MP (2003 – presente)

  • Identico alla LEICA M2 – con solo queste eccezioni:
  • Realizzato con un cercatore “flare-free” migliorato
  • LED integrato; nessun autoscatto
  • Sistema di caricamento rapido, come con le recenti fotocamere a pellicola M
  • Contatore frame interno

Leica MA Typ 127 (2014 – oggi)

  • Identico alla LEICA M2 – con queste eccezioni:
  • Sistema di caricamento rapido, come con le recenti fotocamere a pellicola M
  • Nessun autoscatto
  • Contatore frame interno
  • Tutti gli esempi fatti per prendere un rapido (o motore) avvolgitore

ECCOCI QUI AL TERMINE DI QUESTO ARTICOLO ALCUNE INFOMAZIONI LE ABBIAMO TROVATE NEL SITO UFFICIALE LEICA

VOLEVAMO INOLTRE INFORMARVI COME DETTO ALL’INIZIO DEL ARTICOLO CHE POTETE SIA ACQUISTARE E VENDERE ALL’ASTA LEICA E ALTRE ANALOGICHE

CLICCANDO QUI>>