Leica m6

Leica m6
5 (100%) 5 votes

Se una macchina fotografica è una leggenda, è la Leica. Nessun altro marchio ha suscitato così tante passioni, o ha raggiunto livelli di prezzo così alti, rendendolo non solo un oggetto da collezione , ma anche un investimento. Ma la leggenda è stata forgiata dai suoi utenti, fotografi diversi come Cartier-Bresson, Sebastian Salgado o Nan Goldin. Oggi, nella serie di articoli sulle fotocamere classiche, conosceremo Leica M6 TTL.

LEICA M6

Oskar Barnack era un ingegnere e lavorava per Leitz Optische Werke, era dedicato alla produzione di strumenti ottici di precisione. All’inizio del 20 ° secolo, Barnack era un fotografo dilettante, ma con la conoscenza e l’interesse per migliorare le macchine fotografiche dell’epoca. Il suo progetto era, creare un nuovo tipo di macchina fotografica era basato sulla frase: piccoli negativi, immagini grandi.

Barnack ha preso come punto di partenza il film che utilizzava il cinema, per creare una fotocamera più piccola e che non aveva bisogno di un continuo caricare lastre fotografiche . Il primo modello fu presentato nel 1913 sotto l’anagramma della fabbrica Leitz Camera: Leica

Gestione del Leica M6 TTL
Quando prendi la Leica M6 TTL o qualsiasi altro modello della serie M, ti rendi conto di quanto sia facile . Trasmette molte sensazioni attraverso il tatto e, perché non dirlo, è persino sexy. Ma una cosa è ammirarla e un’altra è gestirla. Nel mio caso, ho quasi sempre utilizzato fotocamere di medio formato come la Rollei e la Hasselblad e, occasionalmente, l’Olympus OM2, quindi ho dovuto passare attraverso un processo di adattamento fino a quando non mi sono sentito a mio agio .

LEICA M6 ANALOGICA

Le differenze di una fotocamera a telemetro rispetto ai riflessi convenzionali sono molte e bisogna tener conto di alcuni aspetti durante la loro gestione.

La più grande differenza arriva con lo spettatore. Guardando attraverso di esso vediamo alcune linee che segnano il fotogramma a seconda dell’obiettivo che abbiamo montato. Non tutti gli M6 hanno le stesse cornici, questo dipende dal tipo di aumento che si ha nel visualizzatore. Può essere 0,72 e includere tre diversi gruppi di cornici: 28 + 90 mm, 35 + 135 mm e 50 + 75 mm. Se si preferisce gli obiettivi più lunghi, ha l’aumento di 0,85 che ha lo stesso gruppo di fotogrammi ma senza i 28 mm. Quando si monta il 135 mm. vediamo solo quella cornice. E se ti piace di più l’angolo, hai un aumento di 0.58 che la cornice del 135 non ha quando monti il ​​35mm.

Leica m6 caratteristiche

Ma lasciando da parte un numero così grande, per esempio, monti un 50mm. nella fotocamera, non tutto ciò che vedi nel mirino è la fotografia, devi aderire alla cornice. Da un lato, può portare a qualche errore, ma la cosa migliore è che non si ha l’effetto tunnel degli spettatori riflessi e si può vedere cosa c’è intorno al fotogramma senza dover togliere l’occhio dal mirino.

Un altro problema che ha a che fare con il display del telemetro è che l’immagine è sempre a fuoco, ma non deve esserlo. Per verificare se abbiamo focalizzato l’immagine, dobbiamo guardare il quadrato centrale che abbiamo segnato nel visualizzatore, se l’immagine è duplicata o abbiamo una linea spezzata, l’immagine è sfocata. Per mettere la messa a fuoco, dobbiamo abbinare l’immagine o avere una linea continua. L’argomento dell’approccio è quello a cui ho trovato più difficile abituarmi, e anche quando smetto di usare la fotocamera per un po ‘, mi ci vuole un po’ per riprendere l’abitudine .

Quando si misura la luce e si lavora con diaframmi e velocità, il Leica M6 TTL funziona come qualsiasi altra telecamera priva di automazione. Forse l’unico inconveniente che ho trovato è il controllo dei diaframmi.

Vuoi acquistare una leica?

La prima cosa di cui dobbiamo tenere conto se vogliamo comprare una Leica è che entriamo in un mondo diverso, dove dimensioni e prezzo hanno una relazione inversa. Il più piccolo, più costoso e non dovremmo essere sorpresi che un obiettivo è più costoso rispetto al corpo della fotocamera.

Ho acquistato la mia Leica M6 TTL sul portale di aste catawiki.it (ho anche venduto una leica m4 ) , ma con la garanzia di un negozio . Se scegli questa opzione, ti consiglio che, tra tutti i modelli disponibili della serie M, cerca quelli più moderni, dalla M6 in poi, che ti forniranno un mirino, un esposimetro e persino un automatismo migliori nella M7. .

Il tema degli obiettivi è un mondo a parte: Summicrom, Summilux o Summarit sono nomi con cui familiarizzare e che determinano la qualità, l’apertura massima e il prezzo. La cosa più interessante è che puoi acquistare una fotocamera moderna e inserire quasi tutte le vecchie lenti. Tra tutti, vi consiglio di iniziare con un 50 mm. o un 35 mm.

Leica m6

Comprare una Leica è una decisione che é difficile pentirsi. Se vieni dal mondo reflex con gli automatismi, la Leica può diventare uno strumento molto rudimentale. D’altra parte, puoi dire di avere una Leica, che è una leggenda…

BUONA LUCE A TUTTI DA MACCHINEFOTOGRAFICHE ONLINE.COM